Abbiamo trovato 0 risultati. View results
Ricerca Avanzata
we found 0 results
Risultati ricerca

In due anni, il 40% delle famiglie italiane ha effettuato interventi di ristrutturazione in condominio

Pubblicato in Asiagoimmobiliare su 14/09/2016
| 0

In due anni, il 40% delle famiglie italiane ha effettuato interventi di ristrutturazione in condominio

Secondo una indagine Tecnoborsa, a cura del centro Sudi sull’economia immobiliare-CSEI Tecnoborsa, nel biennio 2014-2015 il 40% delle famiglie che vivono in condominio ha dichiarato di aver fatto eseguire lavori di ristrutturazione riguardanti l’edificio. Dall’indagine 2016 (effettuata su un campione di 2.147 casi) risulta che il 42,6% delle famiglie intervistate vive in un condominio.

Valter Giammaria, Presidente di Tecnoborsa, spiega che: «Il 40,4% delle famiglie la cui abitazione fa parte di un condominio ha dichiarato di aver fatto eseguire interventi di ristrutturazione riguardanti l’edificio; in particolare, il 22,8% ha detto che si è trattato di lavori consistenti, mentre il restante 17,6% ha eseguito solo interventi di modesta entità. Rispetto alla ripartizione geografica le aree più attive sono state quelle dei centri con meno di 250.000 abitanti nel nord-ovest. Per quanto riguarda l’aspetto del risparmio energetico in condominio, il 27,1% delle famiglie ha risposto affermativamente. Più attive sono le città tra i 40.000 e i 250.000 residenti nel nord-ovest». Più in dettaglio, il 41,5% ha dichiarato che i lavori hanno riguardato l’impianto elettrico; il 33% la sostituzione della caldaia; il 24,2% l’isolamento termico dell’edificio; il 12,8% l’impianto solare e, infine, il restante 6,6% altri interventi tipo sostituzione di infissi esterni e/o installazione di valvole termostatiche.

Naturalmente per questioni strettamente climatiche, al nord è molto alta la percentuale di chi ha sostituito la caldaia condominiale, mentre al centro-sud prevale l’installazione di impianti solari; invece, per motivi totalmente opposti, è alto il ricorso alla coibentazione sia nel nord ovest (per difendersi dal freddo) sia la sud e nelle isole (per proteggersi dal caldo).

Tecnoborsa ha allargato l’indagine anche sulle singole famiglie che hanno eseguito lavori all’interno della propria abitazione nel biennio 2014-2015: l’8% degli intervistati ha dichiarato di aver ristrutturato tutto o in parte l’interno di una casa di proprietà; in particolare nel 7,1% dei casi di tali lavori hanno riguardato l’immobile in cui vivono e lo 0,9% una seconda casa. Tra gli interventi più frequenti quelli sugli impianti, sulle pareti, sugli infissi e sui pavimenti dettati principalmente da esigenze di rinnovo, di comfort, di razionalizzazione degli spazi. Tra il 92% di coloro che non hanno fatto interventi il 73,9% ha affermato che non ce n’era bisogno, il 12% ha dichiarato di avervi rinunciato a causa dei costi troppo elevati, mentre il 6,1% pensa di farli in un prossimo futuro. Per quanto concerne invece l’ambito degli interventi mirati al risparmio energetico nelle case tra i più frequenti ci sono la sostituzione della caldaia al primo posto con il 34,1%, seguita dalla sostituzione delle finestre al 27,7% e dal rifacimento dell’impianto elettrico per il 27% delle famiglie.

Fonte: ilsole24ore.com

Confronta Annunci